CIABATTINE DI QUINOA E TEFF

ciabattine di quinoa

Le CIABATTINE DI QUINOA E TEFF di Cucina bene senza sono ottimi per ogni occasione, senza glutine, lattosio, nichel e atri allergeni.

senza-foodmapsenza-uovosenza lievito di birravegano

panini morbidi a forma di ciabattine per un soffice spuntino; ottimi ripieni per una gustosa pausa pranzo o per pic-nic, scampagnate e giornate in riva al mare; ideali per il rituale della “scarpetta”; se tostati diventano ottimi crostini.

INGREDIENTI

  • 150 g di Lievito Madre di riso rinfrescato e raddoppiato circa 24h prima;
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna;
  • 200 g di farina di quinoa;
  • 40 g di farina di teff;
  • 160 g di amido di riso;
  • 5 g di xantano;
  • 400 ml di acqua frizzante (oppure 200 ml di acqua frizzante + 200 ml di latte vegetale di riso tiepido);
  • 20 ml di olio evo biologico;
  • 10 g di sale fino.

TEMPISTICHE

LIEVITAZIONE LENTA CON LIEVITO MADRE DI RISO

Preparazione: 20 minuti

Lievitazione: 24+4+18+2=48 ore

Cottura: 20 minuti

Totale: 48 ore e 40 minuti

DIFFICOLTÀ MEDIA Dosi: 10 panini da 70 g circa.

Macrolibrarsi

PROCEDIMENTO

Per preparare a casa delle ottime CIABATTINE DI QUINOA E TEFF, segui il procedimento qui sotto.

  1. In una ciotola versare il LM rinfrescato ed aggiungere lo zucchero di canna;
  2. In un misurino miscelare i liquidi, unendo 200 ml di latte vegetale di riso con 200 ml d’acqua;  
    • (N.B.: in alternativa utilizzare anche 400 ml di acqua frizzante)
  3. Versare nella ciotola con il Lievito un terzo della miscela di liquidi e mescolare;
  4. A parte unire le farine, setacciate, con lo xantano;
  5. Incorporare ora le farine nel lievito e mescolare per bene con una spatola;
  6. Aggiungere pian piano la restante parte di liquidi e impastare con le mani;
  7. Aggiungere il sale fino e continuare ad impastare;
  8. Per ultimo aggiungere l’olio evo biologico ed impastare per bene;
    • (N.B.: La consistenza deve essere di un panetto morbido, ma non appiccicoso);
  9. Impastare 10 minuti;
  10. Coprire la coppa con pellicola o coperchio, e mettere a lievitare nel forno spento o se fa troppo caldo in frigorifero, per 14-16 ore, fino al raddoppio;
    • (N.B.: se lasciato lievitare in frigo, prima di cuocere, occorre portarlo a temperatura ambiente per 1-2 ore);
  11. Adagiare l’impasto lievitato, sopra il piano di lavoro infarinato, spolverizzarlo con un po’ di farina e dividerlo a piacimento per formare dei panini quadrangolari piatti;
    • (N.B.: per delle giuste monoporzioni è utile creare mini panini da 70 g l’uno)
  12. Posare i panini in una teglia, coperta con carta da forno;
  13. Spennellare la superficie con un po’ di acqua (o latte);
  14. Coprire il tutto con pellicola e lasciare lievitare nel forno spento sino al raddoppio per 2 ore circa;

COTTURA:

  1. Preriscaldare il forno in modalità STATICA a 200° e riempire la leccarda con dell’acqua;
  2. Nel frattempo, spolverizzare un po’ di farina sui panini, prima di infornare.
  3. Appena pronto, cuocere in FORNO STATICO prima a 150° per 10 minuti, poi a 180° per 10 minuti;
  4. Togliere la leccarda e continuare a cuocere i panini a 200° per altri 15 minuti;
  5. Cuocere infine in FORNO VENTILATO a 230° per altri 10 minuti, se si vuole ottenere una crosta più croccante
  6. Fare la prova stecchino per verificare la cottura e far dorare per bene.

Questo articolo ti è stato utile?

Continua a scoprire i nostri contenuti…

Per restare sempre aggiornato, iscriviti ai nostri canali social.

ciabattine di quinoa

N.B. Nelle ricette presentate per “Senza Nichel” si intende “a Basso Contenuto di Nichel”, in quanto esso varia per molti fattori, innanzitutto per le condizioni ambientali in cui crescono gli alimenti, ed inoltre quella al Nichel è un’allergia di accumulo e molto soggettiva. Analogamente anche “Senza Fodmap” indica “a Basso Contenuto di Fodmap”. Le ricette non vogliono essere una regola, ma un’idea di quello che si può preparare; pertanto si consiglia di attenersi alle liste dei vostri Specialisti di fiducia e di sostituire alcuni alimenti non concessi con quelli a voi consigliati.

Tags:
Blog Comments

[…] ciabattina di quinoa e teff senza glutine, nichel e […]

Leave a Comment