INSALATA CAPRESE NICHEL FREE CON CROSTINI DI QUINOA CROCCANTI

  • Home
  • Quinoa
  • INSALATA CAPRESE NICHEL FREE CON CROSTINI DI QUINOA CROCCANTI
insalata caprese

L’INSALATA CAPRESE NICHEL FREE CON CROSTINI DI QUINOA CROCCANTI di Cucina bene senza è un secondo piatto gustoso e leggero.

senza-foodmapsenza-soffritto

un’insalata leggera, veloce e fresca; un piatto estivo tipico dalla cucina campana dal gusto e dal profumo pienamente Mediterraneo, perfetto anche da mangiare d’asporto per un pranzo fuori porta o in riva al mare. Una rivisitazione “senza” con una ricetta facilissima che, come l’originale, con pochi ingredienti, ma di qualità, permette di creare in pochi minuti un piatto delizioso, arricchito in questa versione da ottimi crostini di quinoa per dare un tocco di croccantezza.

La ricetta dei crostini è una rivisitazione dei Crostini di miglio senza glutine tratti da “La cassata celiaca”

INGREDIENTI

per l’insalata:
  • 80 g di valeriana;
  • 4 pomodorini idroponici nichel free;
  • 100 g di mozzarella senza lattosio;
  • Sale q.b.;
  • Un filo d’olio evo biologico;
per i crostini di quinoa croccanti:
  • 60 g di quinoa bianca;
  • 100 ml di acqua;
  • Timo q.b.;
  • 3 g di burro chiarificato o 4 g di burro senza lattosio o un goccio d’olio

TEMPISTICHE

Preparazione: 5 minuti

Riposo: 30 minuti

Cottura: 40 minuti

Totale: 1 ora e 15 minuti

DIFFICOLTÀ BASSA

Dosi: 1 porzione.

Macrolibrarsi

PROCEDIMENTO

Per preparare un’ottima INSALATA CAPRESE NICHEL FREE segui questi semplici passaggi:

per l’insalata:
  1. Dopo aver lavato e sciacquato i pomodorini idroponici, tagliarli in quattro parti o a fette spesse;
    • (N.B.: scegliere il tipo di taglio in base al tipo di pomodoro a disposizione, infatti spesso è difficile reperire pomodori idroponici di grande formato, come quelli tipici da insalata, quindi se troppo piccoli è preferibile evitare di tagliarli a fette)
  2. Tagliare a tocchetti o a fette la mozzarella senza lattosio e farla scolare per qualche minuto se troppo acquosa, per evitare di annacquare l’insalata;
    1. (N.B.: per rendere armonioso il piatto scegliere lo stesso taglio e le stesse dimensioni dei pomodorini)
  3. Sciacquare e scolare le foglie di valeriana, eliminando le foglioline troppo piccole o rovinate;
  4. Una volta pronti tutti gli ingredienti, impiattare in un piatto da portata alterando pomodorini, mozzarella e valeriana;
  5. Versare un filo d’olio evo a crudo;
per i crostini di quinoa croccanti:
  1. Anche se la quinoa non ha bisogno necessariamente di essere messa in ammollo, si consiglia di lasciarla comunque per 20 minuti ca. in acqua e poi lavare i chicchi sotto abbondante acqua corrente, per togliere la saponina, una sostanza dal gusto amaro e sgradevole contenuta nella quinoa.
  2. Versare la quinoa in un tegame;
  3. Per la cottura occorre prima tostarla, poi aggiungere 100 ml d’acqua e infine salare; 
    • (N.B.: le proporzioni giuste di acqua sono 135 ml ca. di acqua per 80 g di quinoa, quindi la parte liquida deve essere una volta e mezza, quasi 2, di quella solida)
  4. Cuocere la quinoa, mescolando, per un tempo totale di 8-10minuti circa, lasciandola molto al dente;
    • (N.B.: L’assenza di liquido e l’aspetto lucido dei chicchi saranno i segnali dell’avvenuta cottura)
  5. Condire la quinoa, così preparata, con il timo e il burro chiarificato;
  6. Mescolare per bene e versare il tutto in una teglia ricoperta di carta da forno e livellare il composto portandolo ad uno spessore di 1,5 cm;
  7. Riporre in frigo per 10 minuti;
  8. Nel frattempo preriscaldare il FORNO in modalità VENTILATA a 200°;
  9. Trascorso il tempo necessario, togliere dal frigo, ritagliare a cubetti e cuocere in FORNO VENTILATO a 200 ° per 20 minuti;
    • (Se i cubetti non prendono colore e non sono ancora croccanti far cuocere per altri 10 minuti a 220°).
  10. Una volta raffreddarti i crostini di quinoa, servirli per accompagnare la fantastica insalata caprese.

Questo articolo ti è stato utile?

Continua a scoprire i nostri contenuti…

Per restare sempre aggiornato, iscriviti ai nostri canali social.

insalata caprese

N.B. Nelle ricette presentate per “Senza Nichel” si intende “a Basso Contenuto di Nichel”, in quanto esso varia per molti fattori, innanzitutto per le condizioni ambientali in cui crescono gli alimenti, ed inoltre quella al Nichel è un’allergia di accumulo e molto soggettiva. Analogamente anche “Senza Fodmap” indica “a Basso Contenuto di Fodmap”. Le ricette non vogliono essere una regola, ma un’idea di quello che si può preparare; pertanto si consiglia di attenersi alle liste dei vostri Specialisti di fiducia e di sostituire alcuni alimenti non concessi con quelli a voi consigliati.

Tags:
Leave a Comment