GNOCCHI DI MANIOCA O DI PATATA

Segui questa ricetta e imparerai a fare degli ottimi gnocchi fatta in casa: GNOCCHI DI MANIOCA O DI PATATA

senza-nichelsenza-glutinesenza-lattosiosenza-foodmapvegetariano

Un grande classico della nostra cucina, degli ottimi gnocchi amati dai più grandi ai più piccini e super facile da preparare in casa. Da gustare sotto forma di gnocchetti o chicche per un buon primo. Per abbassare notevolmente il contenuto di nichel e fodmap consiglio di realizzarli con la manioca, grande sostituta della patata classica

INGREDIENTI

  • 500 g di manioca cruda senza buccia ( o patata);
  • 1 uovo bio da 60g;
  • 70 g di farina di riso;
  • 40 g di farina di teff;
  • Un pizzico di sale fino.

TEMPISTICHE

Preparazione: 1 ora

Riposo: 15 minuti

Cottura: 3 minuti

Totale: 1 ora e 18 minuti

DIFFICOLTÀ FACILE

Dosi: ca. 600 g di gnocchetti.

Macrolibrarsi

PROCEDIMENTO

Per ottenere degli ottimi GNOCCHI DI MANIOCA O DI PATATA segui questi semplici passaggi:

  1. Lavare per bene la radice di manioca. Eliminare la parte esterna marrone e la fascia bianca sottile o fucsia che avvolge il tubero, per circa 2 mm, per ricavare solo la parte polposa di colore bianco;
    • (N.B.: È molto importante eliminare la parte esterna (la buccia) della manioca dolce, ed eventuali parti scure all’interno della polpa manioca, in quanto contengono una sostanza tossica, chiamata manihotossina, in grado di liberare acido cianidrico; essa è contenuta anche nella polpa della manioca amara;
    • Per questo motivo la manioca va consumata cotta, in quanto la sostanza tossica viene inattivata con il calore).
    • In alternativa lavare bene la patata ed eliminare la buccia;
  2. Cuocere in acqua bollente la manioca (o la patata), precedentemente lavata, per circa 10 -15 minuti;
  3. Una volta sbollentata, scolarla, sciacquarla con acqua fredda, eliminare il cordone centrale, in quanto risulta filoso e non gradevole al palato e schiacciare per bene con una forchetta e farla raffreddare;
  4. In una coppa, unire la manioca e l’uovo e mescolare per bene;
  5. Unire le farine e il pizzico di sale;
  6. Impastare per bene;
  7. Lasciare riposare la pasta per 15 minuti circa, chiusa in una pellicola o in una bustina trasparente per cibi;
  8. Trascorso il tempo necessario, infarinare il piano di lavoro con farina di riso, prendere l’impasto a piccole porzioni e fare dei piccoli cordoncini a mano;
  9. Tagliare a tocchetti e dare la forma tipica degli gnocchi, in 2 modi: o passando direttamente ogni tocchetto su un taglierino riga gnocchi (o sulla parte posteriore di una forchetta) o creando delle palline con ogni tocchetto, prima di passarli sul taglierino riga gnocchi; oppure, in alternativa, dare la forma di chicche, creando semplicemente delle piccole palline;
  10. Una volta pronti gli gnocchi, poggiarli su un piano con carta da forno infarinato, e cospargere di farina di riso.

COTTURA

Far bollire dell’acqua in un tegame e cuocere gli gnocchetti per 3 minuti circa.

CONSERVAZIONE

È preferibile consumare gli gnocchi freschi, tuttavia, se necessario, è possibile congelarli da crudi, riponendoli su un vassoio ben distanziati e lasciandoli in freezer per un paio d’ore. Una volta induriti, riporre in sacchetti frigo dividendo in monoporzioni. Prima di cuocere, lasciarli qualche minuto a temperatura ambiente.

Questo articolo ti è stato utile?

Continua a scoprire i nostri contenuti…

Per restare sempre aggiornato, iscriviti ai nostri canali social.

N.B. Nelle ricette presentate per “Senza Nichel” si intende “a Basso Contenuto di Nichel”, in quanto esso varia per molti fattori, innanzitutto per le condizioni ambientali in cui crescono gli alimenti, ed inoltre quella al Nichel è un’allergia di accumulo e molto soggettiva. Analogamente anche “Senza Fodmap” indica “a Basso Contenuto di Fodmap”. Le ricette non vogliono essere una regola, ma un’idea di quello che si può preparare; pertanto si consiglia di attenersi alle liste dei vostri Specialisti di fiducia e di sostituire alcuni alimenti non concessi con quelli a voi consigliati.
Tags:
Blog Comments

Salve!
Vorrei poter sostituire uova e teff,come fare?
Grazie in anticipo e complimenti per le meravigliose creazioni 🙂

Buon Pomeriggio, grazie per i complimenti!
Comunque potresti sostituire la farina di teff, con farina di quinoa, sorgo o amaranto, se sei allergica anche al nichel; altrimenti potresti anche grano saraceno e farina di ceci se sei solo celiaca o gluten sensitivity.
Per quanto riguarda l’uovo potresti sostituirlo con 3g di xantano o con 50 ml di latte senza lattosio o di riso.
Fammi sapere

Leave a Comment